Post image

MESSINA2030: bisogna avere un'idea di futuro

Per costruire un programma bisogna avere chiaro quale idea di Messina si ha e che potenziale si ritiene di voler sviluppare. Dobbiamo essere nelle condizioni di dire come vorremmo rendere la città tra 12 anni. Ai giovani -e ai meno giovani- a cui oggi stiamo chiedendo un voto, la fiducia, abbiamo l’obbligo di raccontare che in che modo vediamo la Messina di domani e, in virtù di questa idea, ragionare sulle proposte del breve e medio periodo. Altrimenti ci ritroviamo a parlare di massimi sistemi in modo scomposto.

Per questo abbiamo lanciato il progetto MESSINA2030, niente più che un contenitore virtuale in cui raccogliere le idee sul futuro del nostro territorio. I nostri candidati e i sostenitori che sono attivi nei comitati #emiliabarrileSINDACO stanno andando casa per casa, visitando villaggi e incontrando gli stakeholders, stanno dialogando con la gente e raccogliendo opinioni a riguardo perché è essenziale ascoltare tutti. A volte l’immaginazione fa fare salti in avanti incredibili e consente di avere delle intuizioni geniali che passano da progetti semplici. Intendo chiedere anche ai miei competitor di aderire a questa iniziativa e far sapere con chiarezza alla città che idea hanno nel complesso di Messina e rendere nota l’immagine che pensano dovrà avere la nostra città da qui a 12 anni.

Perché se non diciamo con chiarezza dove speriamo di arrivare, proponiamo solo flash sganciati gli uni dagli altri, senza una coerenza rispetto ad un progetto da realizzare e dubito sia molto utile.

 

 

Torna alla home

Condividi questo post

Post recenti